• VERSIONE COMPLETA PER 15 GIORNI
  • ASSISTENZA E AGGIORNAMENTI GRATUITI

Paghe GB Web – Ferie 2015: godimento oppure obbligo contributivo

Paghe GB Web - Ferie 2015: godimento oppure obbligo contributivo

I datori di lavoro devono concedere ai dipendenti l’effettiva fruizione dei periodi di ferie maturati nel 2015 e non ancora goduti nei 18 mesi successivi entro il prossimo 30 giugno.

Entro il 20 agosto (21 perché il 20 cade di domenica) l’azienda dovrà versare la relativa contribuzione sulla retribuzione corrispondente all’eventuale residuo.

In caso di mancato godimento dei residui di ferie scatta, quindi, per il datore di lavoro, l’obbligo di anticipare la relativa contribuzione sulla retribuzione corrispondente alle ferie residue.

La scadenza dell’obbligazione contributiva e relativa collocazione temporale dei contributi sono fissati entro il termine previsto dal Dlgs n. 66/2003 art.10 o dalla contrattazione collettiva o dal differimento attuato da regolamento aziendali o pattuizioni individuali, nel rispetto dei limiti fissati dalla Convenzione OIL n.132/1970.

In mancanza di tali previsioni l’obbligazione contributiva scatta trascorsi i 18 mesi dalla fine dell’anno solare di maturazione ferie. Sulle ferie maturate entro l’anno solare 2015 e non ancora fruite dai lavoratori entro il prossimo 30 giugno 2017 i datori saranno tenuti a calcolare e versare la relativa contribuzione.

L’azienda dovrà anticipare l’eventuale quota di contribuzione a carico del lavoratore sulla retribuzione corrispondente alle ferie non godute a fronte delle quali scatta l’obbligo di versamento della contribuzione. La stessa verrà recuperata nel momento in cui il lavoratore fruirà effettivamente delle ferie.

Il calcolo dei contributi da versare sulle ferie non godute deve essere effettuato sull’importo corrispondente alla valorizzazione retributiva delle stesse. Generalmente gli elementi costitutivi della retribuzione feriale sono generalmente individuati dalla contrattazione collettiva e dal patto individuale. Gli stessi sono ricompresi negli elementi tipici della paga, ossia tutti gli elementi che normalmente e di fatto vengono pagati.

Contribuzione Ferie Arretrate con GB

La contribuzione delle ferie arretrate vengono gestite con il Software Paghe GB Web attraverso il seguente percorso:

  1. Accedere da Archivi di base/Azienda/CDL-CED/Archivio Consulente/Dati generali-Impostazioni-Gestioni Ratei;
    – Al campo Priorità ferie arretrate contributi indicare l’indicatore in maniera che la procedura scali le ferie godute con priorità residuo anno precedente e successivamente dal residuo del 2°anno

Gestione Ratei - Ferie

  1. Accedere da Anagrafica azienda/Dati ditta/Dati gestione e nella sezione Gestione Ratei – Ferie inserire il mese di pagamento contributi ferie arretrate al campo Mese Pagamento Contributi Ferie Arretrate

Mese Pagamento Contributi Ferie Arretrate

  1. Accedere da Rapporti di lavoro/Rapporto di lavoro/Fine Anno e nel bottone Ratei sezione Riepilogo Dati Ferie inserire ore/giorni delle ferie su cui versare i contributi. La distinzione fra monetizzabili e non è inserita per adempire alle disposizioni del D.Lgs 213/2004 correttivo del D.Lgs. 66/2003.

Riepilogo Dati Ferie

Nel mese di versamento dei contributi prima di elaborare il cedolino è necessario lanciare il Calcolo Contributi Ferie Arretrate da Operazioni mensili/Gestione previdenziale

Calcolo Contributi Ferie Arretrate

– Tale procedura genererà in archivio Voci del Mese la voce 99 Indicatore Pagamento contr. Ferie che assumerà valore 1.

– Durante il calcolo del cedolino, la procedura genererà la voce 8001 Ferie Res. 18 Mesi Prec. Figurata la quale riporterà come imponibile il risultato del prodotto fra le ore/giorni di ferie spettanti dell’anno precedenti per la retribuzione oraria/retribuzione giornaliera e come risultato i contributi a carico del dipendente e la voce 9162 Ferie Res. 18 Mesi Prec. Figurata, che avrà come imponibile lo stesso della voce 8001 e come risultato il totale dei contributi sulle ferie a carico dell’azienda.

– Quando il dipendente godrà delle ferie sulle quali era stata applicata l’imposizione contributiva, inserire come causale di giustificazione del mancato lavoro la causale F1 (ferie anno precedente), oppure F2 (ferie 2°anno precedente), che genereranno la voce 91 ore ferie anno-2 (godute-pagate), se gestite in ore, o 92 gg ferie anno-2 (godute-pagate), se ferie gestite in giorni, che sono contatore per ferie godute dell’anno precedente.

N.B. Per maggiori dettagli consulta la guida dettagliata sk0040, accessibile da Configurazioni/Manualistica

PB101-RUV /19


Scarica il software senza impegno!